Sostituzione del mutuo

Come valutare la sostituzione del vecchio mutuo?

Cerchiamo di porre in evidenza quali elementi sono da prendere in esame per decidere l’effettiva convenienza del mutuo oppure la potenziale sostituzione.

Valutare la sostituzione del vecchio mutuo: Euribor e Irs. Due degli elementi cruciali per la definizione dei tassi di interesse, siano essi variabili o fissi, sono rappresentati da Euribor e Irs. In base al periodo di mercato, i valori di tali indici possono determinare come vantaggioso un tasso fisso oppure uno variabile.

Tasso di interesse del mutuo

Il tasso di interesse del mutuo è influenzato, oltre che da Euribor e Irs, anche dallo spread. Grazie a uno spread più basso andremo a ridurre l’importo delle rate nonché la spesa per gli interessi passivi. Non possiamo poi trascurare la durata del mutuo. Essa permette di modificare in modo significativo l’entità delle rate e gli interessi. All’incrementare della durata abbiamo una contrazione dell’importo delle singole rate, anche se dovremo sostenere interessi nel complesso maggiori.

Ogni Istituto di credito applica inoltre delle spese aggiuntive, gran parte delle quali devono essere pagate periodicamente per l’intera durate del mutuo. Considerate con attenzione l’offerta, così da poter ridurre questo capitolo di spesa.

Il rimborso per la surroga del mutuo

Modificando oppure sostituendo il proprio mutuo è possibile scegliere l’importo oggetto del rimborso. Qualora si scelga una restituzione anticipata del capitale, gli oneri per gli interessi saranno più contenuti. Se invece scegliamo di richiedere una liquidità aggiuntiva rispetto al capitale residuo, avremo a disposizione una somma per le proprie necessità.

Chi vuole migliorare le condizioni applicate al proprio mutuo, potrebbe optare per la rinegoziazione, ossia al ridefinizione di uno o più parametri del mutuo con la medesima banca che lo ha erogato.

Non è facile però conseguire delle modifiche adatte alle proprie esigenze. Una valida alternativa è costituita dalla sostituzione del mutuo, che permette di selezionare nuove condizioni e caratteristiche del mutuo.

Altri articoli sulla surroga del mutuo

Cresce la richiesta surroga mutuo 1° semestre 2014 Aumenta richiesta surroga mutuo nel primo semestre 2014 Durante il primo semestre di quest’anno arrivano segnali di ripresa importanti nel campo dei finanziamenti. È in permanente incremento la quantità di mutui forniti per la sostituzione e la surr...
Surroga mutuo Inpdap ipoteca: quali le condizioni? Surroga mutuo Inpdap ipoteca 200 per cento La Gestione Dipendenti Pubblici dell’Inps, in cui sono confluite tutte le prestazioni ex Inpdap eroga agli iscritti mutui ipotecari a condizioni agevolate. Accessibili solo da dipendenti a tempo indetermina...
Mutui prima casa tasso fisso o variabile: i migliori Il mutuo per l’acquisto della prima casa è un investimento importantissimo. Per questo è necessario scegliere con attenzione l’istituto di credito con il quale stipulare il contratto, controllando dettagli come il tasso e lo spread. Come fare? Passan...
Surroga Last Minute 2014, proposta Gruppo Banco Popolare Surroga Last Minute, l’offerta di Gruppo Banco Popolare Il Gruppo Banco Popolare ha lanciato Mutuo Surroga Last Minute. Si tratta di un’offerta di surroga rivolta a tutti i soggetti che alla naturale scadenza del contratto abbiano meno di 80 anni e ...
Surroga mutuo superiore 80 %: Mutuo Domus di Intesa San Paolo Surroga mutuo superiore 80 %: chi può accedervi? Quali gli importi finanziabili? Intesa San Paolo offre mutui anche per oltre l’80% del valore dell’immobile. L’offerta di si chiama Mutuo Domus ed è caratterizzata da tasso di interesse e rata fissi p...
Surroga mutuo cambio garante: quando è possibile? Surroga mutuo cambio garante con fideiussione extracontrattuale Spesso per ottenere un mutuo è necessario ricorrere alla figura di un garante, un soggetto che si assume l’impegno di rimborsare il debito contratto in caso di insolvenza da parte del t...