Surroga Mutuo 2017: qual è il suo destino?

Surroga Mutuo 2017 ed estinzione anticipata: due aspetti fondamentali

Nel momento in cui si richiede un mutuo vi sono, oltre ai classici aspetti come l’importo delle rate, la durata ecc.., vi sono altri due elementi fondamentali da considerare: la surroga mutuo (o portabilità) e l’estinzione anticipata.

Per quanto riguarda quest’ultimo aspetto, la legge Bersani ha per la prima volta garantito la possibilità di rimborsare parzialmente o per intero il finanziamento prima del suo termine senza alcuna penale.

Il medesimo decreto permetteva inoltre di spostare il mutuo a un’altra banca in maniera gratuita e dava inizio alla nota surroga. Da circa 10 anni, gli italiani accendono i mutui con più serenità, rassicurati dal fatto che, in caso di bisogno, la ricontrattazione delle condizioni con una nuova banca è consentita senza costi.

Che cos’è la Surroga Mutuo 2017?

La surroga è un contratto che prevede il trasferimento di un mutuo ipotecario dall’originario istituto bancario a uno nuovo, che subentra a condizioni più favorevoli per il debitore. La sostituzione del mutuo non prevede costi aggiuntivi, né il consenso della banca con cui si era acceso il mutuo.

Dalle ultime rilevazioni dell’Osservatorio di MutuiOnline.it emerge che nei primi mesi del 2017 la percentuale di surroghe sul totale delle richieste di mutuo è del 49,5%, in calo rispetto al 56,8% dell’ultimo trimestre del 2016. Di contro, le banche erogano ancora il 63,6% di finanziamenti con questa finalità, quando nell’ultimo trimestre del 2016 era il 56,9%.

Qual è il destino della surroga e quale la tendenza per i prossimi anni?

L’ondata di tassi ai minimi storici del 2016 e l’ assoluta convenienza in questa prima parte del 2017 hanno indotto una buona percentuale di mutuatari non soddisfatti delle condizioni del proprio mutuo stabilite qualche anno fa a richiedere la surroga.

Ad oggi il 75% delle surroghe ha come causale il passaggio al tasso fisso. Le attuali condizioni favorevoli del fisso continuano a decretarne il successo. Nonostante la distanza con il tasso variabile sia di 100 punti e l’indice Eurirs sia salito di 70 punti base, il prezzo di un mutuo a tasso fisso è il medesimo di quest’estate.

I motivi sono da attribuire alla politica delle banche che, nella battaglia sul mercato del credito, cercano di garantire spread molto bassi. In questo momento il miglior mutuo a tasso fisso è all’1,8%, esattamente come nel mese di agosto.

I clienti che vorranno fare domanda di surroga mutuo saranno coloro che hanno un variabile quando vedranno salire i tassi: ma questo non avverrà prima di qualche anno o comunque non prima del 2018.

 

(Pubblicità e Link Sponsorizzati)

 

Altri articoli sulla surroga del mutuo

Surroga mutuo: cos’è e come funziona La ben nota Legge Bersani, del 2007, ha introdotto nella legislazione italiana il concetto di Portabilità del mutuo. Qualsiasi soggetto abbia in essere un mutuo ipotecario può richiedere alla banca che lo ha emesso di essere surrogata da un altro Ist...
Surroga Mutuo vs Rinegoziazione Le differenze tra la surroga mutuo e la rinegoziazione Con il termine surroga mutuo si intende il trasferimento di un finanziamento in corso presso un'altra banca che magari propone tassi più vantaggiosi. Al contrario con rinegoziazione si indica la...
Surrogare significato