Abolizione Imu prima casa 2016: come cambia il mercato immobiliare

Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi ha recentemente dichiarato che, a partire dal 2016, sarà effettiva l’abolizione Imu prima casa, così come quella della Tasi (Tassa sui servizi indivisibili), situazione che potrebbe incentivare molte persone ad accendere un mutuo per acquistare un immobile da adibire ad abitazione principale.

Quali sarebbero però gli effetti sulle casse dei Comuni? Vediamo assieme qualche informazione in merito, partendo dai dati dell’Agenzia delle Entrate.

Abolizione Imu sulla prima casa: gli effetti sulle casse comunali

Secondo i dati dell’Agenzia delle Entrate riguardanti la situazione del 2014, l’abolizione Imu prima casa comporterebbe per le casse comunali un taglio degli introiti pari a 4 miliardi di euro annui.

In che modo sarebbe possibile recuperare questi soldi? Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi ha toccato anche questo aspetto parlando della manovra fiscale e affermando che tali cifre verrebbero restituite alle amministrazioni locali direttamente dallo Stato, senza però ufficializzare la modalità di erogazione delle risorse.

Soppressione Imu prima casa: il problema della mancanza di progressività

Parlare dell’abolizione Imu prima casa rende necessario soffermarsi su quello che è un problema effettivo relativo alla tassazione sugli immobili, una voce fiscale che è presente in tutto il mondo.

Un’anomalia tipica italiana è però la mancanza di equità e progressività: parliamo di una situazione in cui le prime case sono già quasi tutte esenti dall’Imu e dove la tassa riguarda soprattutto gli edifici annoverabili nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 (fabbricati di lusso, ville e castelli).

Abolizione Imu prima casa decreto: chi ne beneficerebbe davvero?

Il risultato del ragionamento è quindi automatico: a beneficiare dell’eventuale abolizione Imu prima casa non sarebbero le famiglie che hanno acquistato un’abitazione grazie ad anni di grossi sforzi economici, ma i proprietari d’immobili caratterizzati da un alto valore finanziario.

Ritorna così l’aspetto dell’equità e la necessità di studiare un sistema fiscale che tenga conto dell’effettivo numero d’immobili dei quali un cittadino è proprietario, senza parlare genericamente di “prima casa”.

Abolizione Imu prima casa 2016: i dubbi di Nomisma

Sono stati numerosi i dubbi sollevati in merito all’opportunità dell’abolizione Imu prima casa e fra i tanti si possono citare quelli di Nomisma, l’istituto che da più di 30 anni si occupa di monitorare la situazione del mercato immobiliare italiano.

Secondo gli esperti di questa società, l’eventuale manovra non comporterebbe effetti decisivi sul rilancio dei consumi – si parlerebbe di uno sgravio effettivamente modesto, pari a 17 euro al mese per due terzi delle famiglie – dando invece la possibilità ai proprietari d’immobili di pregio di avere a disposizione un risparmio ben più consistente, pari cioè a circa 2.000 euro annui.

Altri articoli sulla surroga del mutuo

Polizze casa: perché sono importanti quando si sceglie il mutuo ipotecario Mutuo polizze casa: una soluzione a beneficio di tutti Acquistare un immobile per i giovani che intendano farsi una famiglia è una vera e propria impresa. Non solo dal punto di vista economico, comunque influente dal momento che raramente una coppia...
Surroga mutuo nella stessa banca: la rinegoziazione Surroga mutuo nella stessa banca: la rinegoziazione. Che cos’è la rinegoziazione del mutuo ipotecario? Si tratta di un procedimento che conduce a cambiamenti di certi aspetti e condizioni di un contratto di prestito ipotecario definite tra l’ente ero...
Mutuo cartolarizzato: ecco di cosa si tratta e perché è vantaggioso per le banch... Cos’è un mutuo cartolarizzato? Quando si utilizza questo termine si inquadra un mutuo monetizzato da un istituto di credito prima della naturale scadenza del finanziamento. La suddetta operazione, conosciuta con il nome di cartolarizzazione, viene co...
Surrogare mutuo: i casi in cui conviene davvero Surroga mutuo: la moda del momento “Chi lascia la strada vecchia per la nuova…” così inizia un famoso proverbio. Eppure sembra che quanti hanno acceso un mutuo siano ben propensi a cambiare, almeno in questo periodo economico, alimentato dalle nuove...
Surrogazione: cosa prevede la legge italiana Surrogazione mutuo per volontà del creditore La surrogazione, chiamata comunemente surroga, è un termine che viene adoperato nell’ambito dei finanziamenti ai privati, e che interessa in modo specifico i mutui. L’istituto della surroga è complesso e ...
Spese acquisto casa calcolo: i costi fissi da considerare Spese acquisto casa notaio e tasse Quando si decide di acquistare una casa sono molte le spese da tenere in considerazione. oltre al costo dell’immobile, infatti, è necessario far fronte a imposte ed oneri notarili legati al contratto. Non tutti san...

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *