Anticipo Tfr: secondo la UIL erode il reddito

Anticipo del Tfr: lo studio della UIL

L’ Anticipo Tfr è stato pensato per rilanciare il consumo. Poter usufruire di parte del Trattamento di Fine Rapporto nell’immediato dovrebbe aumentare la capacità di spesa dei lavoratori. Eppure questa soluzione rischia di essere un boomerang, almeno a giudicare dall’ultimo studio della Uil. Il sindacato, addirittura, prospetta una erosione del reddito che si aggira intorno ai 330 euro l’anno – per i redditi medi.

Il motivo è semplice: se il Tfr va in busta paga, vuol dire che viene tassato “normalmente”. Parte del Trattamento di Fine Rapporto, dunque, anziché confluire in nuovi consumi, si tradurrebbe in maggiori tasse per i lavoratori. Tale aumento risulta gravoso proprio per i redditi medi, ossia per quelli che si aggirano sui 23.000 euro all’anno.

Tfr in busta paga: ecco perché è dannoso

La matematica dimostra che la UIL ha ragione. Ipotizziamo un reddito annuo di 23.000 euro. In questo caso, il lavoratore si troverà in busta paga 97 euro in più del solito. Questo denaro però viene sottoposto a una aliquota Irpef superiore a quella applicata al Tfr. Per la precisione, l’aliquota sarà al 27% in luogo dei consueti 23,9%. Dunque, solo a causa dell’Irpef, il lavoratore perderà 50 euro l’anno.

Ma non è finita qui la questione anticipo Tfr. Se la busta paga aumenta, allora il lavoratore rischia di perdere le detrazioni (no tax area, assegni familiari, figli a carico) e questa perdita è stata stimata dalla Uil in 280 euro. Da qui il totale dei 330 euro l’anno.

Altri articoli sulla surroga del mutuo

Calcolo mutuo: come sapere quanto si pagherà? Calcolo mutuo come farlo: i fattori da considerare Il calcolo mutuo è un fattore determinante nella definizione del piano di rimborso del finanziamento accordato. Da questo dipende la sostenibilità della linea di credito nel lungo periodo, elemento ...
Cos’è e come funziona la portabilità del mutuo? Cos’è e come funziona la portabilità del mutuo? Se consideriamo la portabilità in rapporto a un mutuo, stiamo in realtà facendo riferimento a un procedimento previsto dalla legge numero 40 del 2 aprile 2007, la legge che ha convertito il Decreto Bers...
Prospettive di crescita delle domande di mutuo Prospettive di crescita delle domande di mutuo. Grazie alle ultime misure volute dalla Banca Centrale Europea dal punto di vista della politica monetaria, nel corso dei mesi a venire dovremo assistere a un incremento delle domande di mutuo ipotecario...
Come avviene il cambio mutuo da variabile a fisso? Come avviene il cambio mutuo da variabile a fisso? Sfruttando la Legge Bersani, a partire dal 2009, si ha la facoltà di ricorrere alla surroga mutuo. Un processo che ha avuto per protagonista un terzo di tutte le operazioni di mutuo nel nostro Paese....
Mutui aggiornati ad oggi: tassi e spread. Come risparmiare Orientarsi per la scelta della migliore offerta presente sul mercato  per l’accensione di un mutuo Inpdap non è sempre così semplice, scelta che potrebbe essere decisiva per un risparmio sicuro, uno degli investimenti più importanti della vita. Indi...
Sostituzione mutuo prima casa agevolazioni fiscali Sostituzione mutuo prima casa agevolazioni fiscali: quali sono i benefici previsti? Nel novero delle spese che possono essere detratte dal reddito vi sono anche gli interessi e le spese dei mutui ipotecari. La normativa fa riferimento ai finanziament...

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *