Anticipo Tfr: secondo la UIL erode il reddito

Anticipo del Tfr: lo studio della UIL

L’ Anticipo Tfr è stato pensato per rilanciare il consumo. Poter usufruire di parte del Trattamento di Fine Rapporto nell’immediato dovrebbe aumentare la capacità di spesa dei lavoratori. Eppure questa soluzione rischia di essere un boomerang, almeno a giudicare dall’ultimo studio della Uil. Il sindacato, addirittura, prospetta una erosione del reddito che si aggira intorno ai 330 euro l’anno – per i redditi medi.

Il motivo è semplice: se il Tfr va in busta paga, vuol dire che viene tassato “normalmente”. Parte del Trattamento di Fine Rapporto, dunque, anziché confluire in nuovi consumi, si tradurrebbe in maggiori tasse per i lavoratori. Tale aumento risulta gravoso proprio per i redditi medi, ossia per quelli che si aggirano sui 23.000 euro all’anno.

Tfr in busta paga: ecco perché è dannoso

La matematica dimostra che la UIL ha ragione. Ipotizziamo un reddito annuo di 23.000 euro. In questo caso, il lavoratore si troverà in busta paga 97 euro in più del solito. Questo denaro però viene sottoposto a una aliquota Irpef superiore a quella applicata al Tfr. Per la precisione, l’aliquota sarà al 27% in luogo dei consueti 23,9%. Dunque, solo a causa dell’Irpef, il lavoratore perderà 50 euro l’anno.

Ma non è finita qui la questione anticipo Tfr. Se la busta paga aumenta, allora il lavoratore rischia di perdere le detrazioni (no tax area, assegni familiari, figli a carico) e questa perdita è stata stimata dalla Uil in 280 euro. Da qui il totale dei 330 euro l’anno.

Altri articoli sulla surroga del mutuo

Abolizione Imu prima casa 2016: come cambia il mercato immobiliare Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi ha recentemente dichiarato che, a partire dal 2016, sarà effettiva l’abolizione Imu prima casa, così come quella della Tasi (Tassa sui servizi indivisibili), situazione che potrebbe incentivare molte persone a...
Limiti surroga mutuo: gli impedimenti delle banche Limiti surroga mutuo: gli impedimenti delle banche. Non sempre la concorrenza è benaccetta in ambito bancario, ne costituiscono un’attestazione gli atti di ostruzionismo compiuti nei confronti della legge Bersani 2007, che ha introdotto la portabilit...
Rinegoziazione mutuo con la stessa banca Rinegoziazione mutuo con la stessa banca: in cosa consiste? Spesso si sente parlare di rinegoziazione del mutuo ipotecario, ma di cosa si tratta di preciso? La rinegoziazione di un mutuo consiste nel cambiamento di alcune condizioni di un finanziame...
Surroga Mutuo Persone Giuridiche, Quali le Disposizioni Normative? Surroga mutuo persone giuridiche, quali le disposizioni normative? Nella versione definitiva del decreto legge sono state applicate delle modifiche rispetto al primo disegno di legge sulle norme inerenti alla portabilità. La norma è infatti trasferit...
Come calcolare rata mutuo: quali fattori prendere in esame? Come calcolare rata mutuo Prima di richiedere un mutuo è consigliabile confrontare tra loro più preventivi per trovare quello più conveniente. Per avere un'idea chiara di quelli che saranno i costi effettivi del mutuo oltre a controllare i tassi di ...
Surroga mutuo quando conviene nel mercato immobiliare? Surroga mutuo quando conviene: decisiva per il mercato dei mutui I prestiti nel mercato immobiliare stanno seguendo un trend positivo o negativo? Dopo anni di crisi profonda, qualcosa si sta muovendo. I numeri indicano proprio questo. Tutto ciò nono...

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *