Calcolo surroga mutuo: come funziona nel 2019

Il calcolo della surroga del mutuo è un dato fondamentale per scegliere se, come e presso quale banca eseguire un’operazione di portabilità di un finanziamento. Il calcolo della surroga è infatti la misura del risparmio cui va incontro l’intestatario del mutuo, indica precisamente quale sarà il vantaggio che otterrete sostituendo il vecchio mutuo con un nuovo mutuo in un istituto di credito diverso da quello originario.

Per questo bisogna riflettere a lungo sul calcolo della surroga del mutuo e affidare i conteggi soltanto a esperti del settore, meglio se mediatori creditizi, intermediari finanziari o gli stessi operatori bancari della banca subentrante. Ma oggi la tecnologia e il web consentono di ottenere gratuitamente calcoli della surroga del mutuo con un semplice click, senza dovervi rivolgere alla banca. Basta andare su internet, fornire i propri dati anagrafici e reddituale, inserire l’importo del finanziamento completo di rata e tassi di interesse: praticamente in tempo reale si ricevono preventivi aggiornatissimi, senza spese, senza vincoli, senza obblighi di sottoscrizione di nuovi contratti di mutuo. Scopriamo insieme com’è possibile chiedere e ottenere il calcolo della surroga del mutuo.

Quali variabili incidono sul calcolo della surroga?

Per stabilire se una surroga del mutuo sia conveniente o meno per il mutuario, occorre guardare a diverse variabili, bisogna in altre parole calcolare la surroga. Sulla portabilità ha un peso specifico la finalità del mutuo: il finanziamento può essere richiesto per l’acquisto della prima o della seconda casa, può essere un mutuo per ristrutturazione, una surroga semplice o una surroga con dazione di extra liquidità. In base al tipo di mutuo, cambiano anche la durata, l’importo delle rate e i termini della surroga. C’è poi da prendere in esame il tipo di tasso di interesse applicato al mutuo del caso: fisso, variabile, variabile con cap, variabile a rata costante, tasso d’interesse misto. Altre incognite da considerare nel calcolo della surroga del mutuo sono l’importo e la durata del mutuo che può andare da un minimo di 5 anni ad un massimo di 40 anni, con rate mensili di poche centinaia di euro fino a migliaia di euro.

Il calcolo della surroga del mutuo infine dipende anche dai dati personali del richiedente come l’età, la posizione lavorativa, il reddito, il Comune di domicilio, il Comune all’interno del quale ricade l’immobile. Dalle informazioni personali dipende infatti la possibilità di accedere ad agevolazioni sulla linea di credito, sgravi fiscali, condizioni agevolate di rientro dal debito.

Chi si occupa del calcolo della surroga?

Potrete richiedere il calcolo della surroga di un mutuo direttamente alla banca che avete individuato come subentrante: l’istituto di credito vi fornirà un preventivo gratuito del mutuo sostituito, con un prospetto informativo dettagliati su tempi, costi, termini e condizioni della surroga.

Se non volete rivolgervi direttamente ad una banca, potrete utilizzare internet per richiedere un preventivo on line: moltissimi siti e motori di ricerca operano come comparatori virtuali di mutui ed eseguono check up dei vecchi mutui senza impegno di spesa, senza costringervi a sottoscrivere alcun contratto. In pratica i siti confrontano le offerte di centinaia di banche e isolano quelle migliori.

In questo modo, ottenendo un calcolo della surroga attraverso il web, potrete capire se la portabilità vi farà risparmiare davvero e quanto vi converrà l’operazione in termini economici. Verranno analizzate tutte le variabili del caso: l’importo originario del mutuo, la durata vecchia, il tasso fisso applicato nel contratto con la prima banca, l’entità della rata mensile, gli anni di debito residuo che vi restano da pagare, il totale del capitale residuo e l’ammontare degli interessi residui. Il risultato sarà uno schema ipotetico che calcolerà tutto con precisione, indicandovi la nuova durata in anni del mutuo surrogato, il nuovo tasso fisso, l’importo della rata, gli interessi totali e l’eventuale risparmio totale che vi garantirà la portabilità del finanziamento. Avrete così un calcolo della surroga preciso al centesimo.

Chi svolge consulenza per il calcolo della surroga del mutuo?

C’è anche un terzo sistema per ottenere il calcolo della surroga del mutuo in modo completamente gratuito ed è la consulenza telefonica. Molti istituti di credito on line mettono a disposizione dei loro clienti un numero verde da utilizzare per richiedere un preventivo del calcolo della portabilità di un prestito. Potete chiamare direttamente il numero verde oppure compilare il form su internet e attendere di essere ricontattati: basterà indicare nome, cognome, numero di cellulare o recapito fisso presso il quale essere ricontattati nel giorno che sceglierete voi.

E’ facoltà libera del cliente quella di indicare già in via preliminare l’importo del mutuo di origine per il quale chiedete il calcolo della surroga: se non compilate il campo, potrete comunque precisarlo anche in un secondo momento. Ad occuparsi della consulenza per il calcolo della surroga del mutuo ci saranno esperti contabili pronti a consigliarvi sulla tipologia di mutuo surrogato che più vi conviene.

Cosa serve per ottenere il calcolo della surroga?

Per ottenere il calcolo della surroga bisogna compilare alcuni campi inserendo la finalità del mutuo, il tipo di tasso, il valore dell’immobile, l’importo e la durata del mutuo, i dati anagrafici del titolare (età del richiedente, reddito, posizione lavorativa, Comune di domicilio, Comune dell’immobile, stato di ricerca dell’immobile indicando se è un immobile già di proprietà).

I motori di ricerca che calcolano gratuitamente la surroga vi chiederanno di compilare due campi. Il primo campo riguarda le informazioni del mutuo che avete già in essere: dovrete indicare il capitale residuo dell’attuale finanziamento, l’importo dell’attuale rata mensile e il numero delle rate residue. Una volta forniti questi dati, il computer ricercherà la soluzione migliore prospettandovi un mutuo sostitutivo, indicandovi il tasso di interesse fisso annuo più conveniente e la durata del nuovo finanziamento.

Risparmio con un mutuo surrogato

Per stabilire quanto risparmierete surrogando il vostro mutuo bisogna analizzare tutte le variabili di cui abbiamo discusso finora.

Ma in generale la portabilità di un finanziamento è sempre vantaggiosa per l’intestatario del mutuo: non ci sono costi per il cliente, le spese dell’operazione sono sempre addebitate alle banche subentranti. Comparando tra le varie opzioni e studiando bene i tassi di interesse applicati al finanziamento, si può ricercare la migliore soluzione per rientrare del debito.

Il risparmio maggiore è sui mutui immobiliari per l’acquisto della prima casa: è su questa tipologia di prestito che la surroga incide di più, assicurando un taglio anche del 20-30% rispetto al contratto di origine.

Quando chiedere la surroga del mutuo

E’ possibile chiedere la surroga del mutuo in un qualunque momento del finanziamento: la Legge Bersani che disciplina l’istituto della portabilità del mutuo non pone alcun vincolo di tempo. In trenta giorni il contratto dovrà perfezionarsi e partirà il finanziamento presso la banca subentrante. Si può anche surrogare un mutuo già surrogato, chiedendo una seconda portabilità del prestito: anche in questo caso potete effettuare un calcolo della surroga su internet oppure dal vivo presso il vostro istituto di credito di fiducia. Prima di accettare la surroga, calcolate bene quanto vale l’operazione, quanto vi farà risparmiare, quanto tempo durerà il finanziamento.