Cambiare mutuo: quali strumenti disponibili?

Cambiare mutuo banca: come rendere più conveniente il mutuo?

Lo scenario economico è in costante mutamento e ciò rende più conveniente ora un mutuo a tasso fisso, ora uno a tasso variabile o misto, in base al frangente considerato. Per questa ragione può risultare conveniente cambiare mutuo per una soluzione che presenti costi inferiori. Vediamo quali sono gli strumenti a disposizione del cliente per cambiare banca o ridefinire il piano di rimborso.

Cambiare mutuo conviene: tutte le opzioni disponibili

Qualora il mutuo risulti eccessivamente costoso è possibile ridurne l’impatto grazie alla rinegoziazioni delle condizioni applicate dalla banca erogatrice oppure sostituirlo mediante un nuovo mutuo con l’estinzione di quello in corso.

Un’altra opzione disponibile è costituita dalla surroga, ovvero il trasferimento del mutuo verso un nuovo istituto di credito che dispone di tassi di interesse più convenienti oppure condizioni più favorevoli. Vediamo in dettaglio tutte le alternative e le loro principali caratteristiche:

  • Rinegoziazione: si realizza con l’operatore con cui si è stabilito il mutuo. L’intervento si realizza con scrittura privata, senza l’intervento del notaio. Si può modificare la durata del prestito, spread, tipo di tasso. Non vi sono costi da sostenere.
  • Sostituzione: si realizza con un nuovo operatore rispetto a quello con cui si è sottoscritto il mutuo. La sostituzione si determina mediante atto pubblico difronte a un notaio. Si può intervenire modificando la durata, lo spread e il tipo di tasso. I costi sono: penale di estinzione del vecchio mutuo; imposta sostitutiva sul nuovo mutuo; cancellazione e iscrizione ipoteca; istruttoria e perizia; atto di mutuo.
  • Surroga: è definita con un nuovo operatore. Anche in questo caso abbiamo un atto pubblico, ma a carico del nuovo operatore. Si può modificare durata, spread e tipo di tasso. C’è da pagare solo una tassa ipotecaria di 35 euro.

Altri articoli sulla surroga del mutuo

Mutuo fondiario per l’acquisto della prima casa Cos’è il mutuo fondiario Spesso si sente parlare di mutui per l’acquisto della casa solo in riferimento ai mutui ipotecari, una tipologia di finanziamenti che compone gran parte dell’offerta del settore, ma che non sempre rappresenta la soluzione pi...
Rinegoziazione mutuo con la stessa banca Rinegoziazione mutuo con la stessa banca: in cosa consiste? Spesso si sente parlare di rinegoziazione del mutuo ipotecario, ma di cosa si tratta di preciso? La rinegoziazione di un mutuo consiste nel cambiamento di alcune condizioni di un finanziame...
Surroga Mutuo 2017: qual è il suo destino? Surroga Mutuo 2017 ed estinzione anticipata: due aspetti fondamentali Nel momento in cui si richiede un mutuo vi sono, oltre ai classici aspetti come l'importo delle rate, la durata ecc.., vi sono altri due elementi fondamentali da considerare: la s...
Surroga Mutuo vs Rinegoziazione Le differenze tra la surroga mutuo e la rinegoziazione Con il termine surroga mutuo si intende il trasferimento di un finanziamento in corso presso un'altra banca che magari propone tassi più vantaggiosi. Al contrario con rinegoziazione si indica la...
Acquistare casa con mutuo ipotecario Acquistare casa con mutuo ipotecario: i fattori da prendere in considerare La scelta del mutuo per la propria casa è una decisione che influenza sensibilmente l'andamento economico famigliare. Per scegliere la soluzione di mutuo più adatta alle prop...
Surroga mutuo: cos’è e come funziona La ben nota Legge Bersani, del 2007, ha introdotto nella legislazione italiana il concetto di Portabilità del mutuo. Qualsiasi soggetto abbia in essere un mutuo ipotecario può richiedere alla banca che lo ha emesso di essere surrogata da un altro Ist...

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *