Come avviene il trasferimento mutuo su altro immobile?

Come avviene il trasferimento mutuo su altro immobile? L’ipoteca dell’immobile è attivata in maniera contestuale all’apertura del mutuo della casa e assicura alla banca il diritto, nell’eventualità di insolvenza, di recuperare il credito mediante la vendita dell’immobile oggetto dell’ipoteca, al di là di chi risulti proprietario.

Nell’eventualità di vendita di un immobile su cui grava l’ipoteca, si hanno due opzioni: il nuovo acquirente sceglie di farsi carico del mutuo, provvedendo a sostenere le rate alla banca, oppure estinguere il debito residuo definito con la banca.

Per quanto attiene il trasferimento mutuo su altro immobile, ovvero una struttura differente da quella di partenza, non è un’operazione non possibile dato che l’immobile è proporzionale al valore dell’immobile comparato con il mutuo, e non può risultare associato ad altri. L’unica formula possibile e scegliere di accendere un nuovo mutuo applicando le condizioni di partenza.

Le principali difficoltà per la definizione di questa tipologia di accordo dipendono dalle caratteristiche operative dell’istituto di credito in oggetto. Questo infatti potrebbe non risultare attrezzato per la stesura di un contratto del genere. La banca va a sottoscrivere solo testi analizzati e approvati dal proprio ufficio legale.

Di frequente non è fornita la dovuta attenzione a queste formule, considerato anche il contenuto valore commerciale rappresentato. In diversi casi esiste una bozza contrattuale rivolta ai dipendenti della banca che hanno conseguito un mutuo a condizioni particolari dal proprio istituto di credito.

Altri articoli sulla surroga del mutuo

Mercato immobiliare in ripresa: prezzi bassi e più mutui concessi Settore immobiliare: gli ultimi dati Il mercato immobiliare è il primo settore a essere influenzato dal ciclo economico. E’ un vero e proprio termometro della situazione economica. Da questo punto di vista, gli ultimi dati sul mercato immobiliare se...
Tasso fisso o variabile: pro e contro, ecco quale scegliere Mutuo a tasso fisso o variabile: il calcolo La scelta più importante che chi intende stipulare un mutuo è chiamato a compiere riguarda la natura del tasso. La domanda è sempre la stessa: tasso fisso o variabile? La decisione influisce in maniera net...
I documenti per la surroga del mutuo La surroga del mutuo è il trasferimento di un finanziamento da una banca ad un'altra banca: l'entità del prestito rimane invariata, ma cambiano le condizioni alle quali si rientra dal debito, che diventando più vantaggiose per il cliente e più oneros...
Portabilità mutuo ipotecario: un vantaggio per cambiare tasso Portabilità mutuo ipotecario: come funziona? Quali sono le potenzialità di questa scelta? L’espressione più efficace della portabilità mutuo ipotecario è costituita dalla surrogazione. Il riferimento normativo di questo sistema è rappresentato dalla...
Surroga mutuo rimborso assicurazione: come richiederlo Surroga mutuo rimborso assicurazione Con il regolamento emanato nel 2010, l’Isvap ha stabilito che gli intestatari di un mutuo hanno diritto al rimborso del premio assicurativo in caso di surroga, estinzione anticipata o accollo del finanziamento. L...
Surroga mutuo a 5 anni: cos’è l’opzione cambio tasso? Surroga mutuo a 5 anni: ecco i requisiti necessari Mutuo Arancio Surroga Fisso 5 è un finanziamento finalizzato esclusivamente alla surroga, rivolto a tutti i privati residenti in Italia da almeno tre anni. Alla data della scadenza del mutuo il rich...

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *