Sostituzione del mutuo

Come valutare la sostituzione del vecchio mutuo?

Cerchiamo di porre in evidenza quali elementi sono da prendere in esame per decidere l’effettiva convenienza del mutuo oppure la potenziale sostituzione.

Valutare la sostituzione del vecchio mutuo: Euribor e Irs. Due degli elementi cruciali per la definizione dei tassi di interesse, siano essi variabili o fissi, sono rappresentati da Euribor e Irs. In base al periodo di mercato, i valori di tali indici possono determinare come vantaggioso un tasso fisso oppure uno variabile.

Tasso di interesse del mutuo

Il tasso di interesse del mutuo è influenzato, oltre che da Euribor e Irs, anche dallo spread. Grazie a uno spread più basso andremo a ridurre l’importo delle rate nonché la spesa per gli interessi passivi. Non possiamo poi trascurare la durata del mutuo. Essa permette di modificare in modo significativo l’entità delle rate e gli interessi. All’incrementare della durata abbiamo una contrazione dell’importo delle singole rate, anche se dovremo sostenere interessi nel complesso maggiori.

Ogni Istituto di credito applica inoltre delle spese aggiuntive, gran parte delle quali devono essere pagate periodicamente per l’intera durate del mutuo. Considerate con attenzione l’offerta, così da poter ridurre questo capitolo di spesa.

Il rimborso per la surroga del mutuo

Modificando oppure sostituendo il proprio mutuo è possibile scegliere l’importo oggetto del rimborso. Qualora si scelga una restituzione anticipata del capitale, gli oneri per gli interessi saranno più contenuti. Se invece scegliamo di richiedere una liquidità aggiuntiva rispetto al capitale residuo, avremo a disposizione una somma per le proprie necessità.

Chi vuole migliorare le condizioni applicate al proprio mutuo, potrebbe optare per la rinegoziazione, ossia al ridefinizione di uno o più parametri del mutuo con la medesima banca che lo ha erogato.

Non è facile però conseguire delle modifiche adatte alle proprie esigenze. Una valida alternativa è costituita dalla sostituzione del mutuo, che permette di selezionare nuove condizioni e caratteristiche del mutuo.

Altri articoli sulla surroga del mutuo

Quando richiedere il rifinanziamento mutuo? Rifinanziamento mutuo: cos'è? Quando conviene? Il rifinanziamento del mutuo consiste nell'estinzione del debito contratto, che viene sostituito con un nuovo finanziamento sottoscritto presso un diverso istituto di credito. Rifinanziare un mutuo perm...
Surroga mutuo Bnl Paribas: il Trasformamutuo Surroga Bnl: l’offerta tasso fisso Surrogare il proprio mutuo oggi conviene. Merito dell’abbassamento dei tassi, dovuti, a loro volta ,al nuovo ciclo di politica economica targato Bce. Le banche fanno praticamente a gara per rubarsi i clienti. Bnl p...
Surroga mutuo Credem: quali sono le condizioni economiche? Surroga mutuo Credem: quali sono le condizioni economiche? Molti clienti bancari dispongono di un mutuo ma vorrebbero ottenerne uno più conveniente. Credem offre questa opportunità con un prodotto a tasso zero, si tratta di Rimutuo Credem, che permet...
Surroga Trilaterale: Cos’è e Come Stipularla? Come sottoscrivere la surroga trilaterale? Come molti di voi forse già sapranno, la surroga è un istituto che permette al debitore di trasferire il proprio mutuo dalla banca selezionata in prima istanza a un’altra, senza per questo sostenere alcun c...
Surroga mutuo Webank Surroga mutuo Webank, perché scegliere la surroga Grazie alla sottoscrizione di un intervento di surroga il cliente può attivare un nuovo finanziamento il cui importo corrisponde alla somma residua da restituire. In sostanza ciò che resta del mutuo ...
Come ottenere la rinegoziazione mutuo Credem? Come ottenere la rinegoziazione mutuo Credem? Qual è l’importo massimo erogabile? Credem è il primo gruppo bancario italiano a proporre ai propri clienti la rinegoziazione di un mutuo in corso presso un altro istituto bancario, grazie all’opzione “ri...

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *