Sostituzione del mutuo

Come valutare la sostituzione del vecchio mutuo?

Cerchiamo di porre in evidenza quali elementi sono da prendere in esame per decidere l’effettiva convenienza del mutuo oppure la potenziale sostituzione.

Valutare la sostituzione del vecchio mutuo: Euribor e Irs. Due degli elementi cruciali per la definizione dei tassi di interesse, siano essi variabili o fissi, sono rappresentati da Euribor e Irs. In base al periodo di mercato, i valori di tali indici possono determinare come vantaggioso un tasso fisso oppure uno variabile.

Tasso di interesse del mutuo

Il tasso di interesse del mutuo è influenzato, oltre che da Euribor e Irs, anche dallo spread. Grazie a uno spread più basso andremo a ridurre l’importo delle rate nonché la spesa per gli interessi passivi. Non possiamo poi trascurare la durata del mutuo. Essa permette di modificare in modo significativo l’entità delle rate e gli interessi. All’incrementare della durata abbiamo una contrazione dell’importo delle singole rate, anche se dovremo sostenere interessi nel complesso maggiori.

Ogni Istituto di credito applica inoltre delle spese aggiuntive, gran parte delle quali devono essere pagate periodicamente per l’intera durate del mutuo. Considerate con attenzione l’offerta, così da poter ridurre questo capitolo di spesa.

Il rimborso per la surroga del mutuo

Modificando oppure sostituendo il proprio mutuo è possibile scegliere l’importo oggetto del rimborso. Qualora si scelga una restituzione anticipata del capitale, gli oneri per gli interessi saranno più contenuti. Se invece scegliamo di richiedere una liquidità aggiuntiva rispetto al capitale residuo, avremo a disposizione una somma per le proprie necessità.

Chi vuole migliorare le condizioni applicate al proprio mutuo, potrebbe optare per la rinegoziazione, ossia al ridefinizione di uno o più parametri del mutuo con la medesima banca che lo ha erogato.

Non è facile però conseguire delle modifiche adatte alle proprie esigenze. Una valida alternativa è costituita dalla sostituzione del mutuo, che permette di selezionare nuove condizioni e caratteristiche del mutuo.

Altri articoli sulla surroga del mutuo

Mutuo surroga Banca Intesa a tasso variabile Mutuo surroga Banca intesa San Paolo Banca Intesa San Paolo offre Mutuo Domus Variabile una surroga mutuo a tasso variabile finalizzata all’acquisto o alla ristrutturazione della prima o seconda casa. I clienti che decidono di traferire un mutuo già...
Surroga del mutuo prima casa Cos’è la surroga del mutuo prima casa La surroga, o portabilità, di un mutuo è l’operazione che permette di spostare un finanziamento da un istituto di credito ad un altro mantenendo l’ipoteca originaria. Da non confondersi con la rinegoziazione, la...
Surroga Mutuo: confronta, sostituisci e rinegozia La surroga del mutuo, o più comunemente detta la "surrogazione" del muto, rappresenta uno strumento per tutti i soggetti che, pur avendo un mutuo ipotecario già stipulato con un istituto bancario decidono di sottoscrivere un altro contratto con un se...
Prestiti Inps: le opzioni per lavoratori e pensionati I prestiti Inps sono delle forme di finanziamento che l’Istituto mette a disposizione dei lavoratori, dei beneficiari di un trattamento pensionistico e dei loro familiari. Scopriamone le caratteristiche e in dettaglio i tassi di interesse applicati. ...
Come ottenere la surroga mutuo Bper? Come ottenere la surroga mutuo Bper? Nel novero dei mutui più interessanti che compongono l’offerta del mercato nazionale figura la proposta di Banca Popolare dell’Emilia Romagna. Vediamo, in modo particolare, le caratteristiche del Mutuo Famiglia co...
Cassa di risparmio Lucca: analisi dell’offerta surroga Cassa di Risparmio Lucca surroga: le condizioni Cassa di Risparmio Lucca Pisa Livorno è una banca del gruppo Intesa San Paolo. Dall’istituto “madre” prende in presto la stragrande maggioranza dell’offerta, che viene così replicata nel contesto tosca...

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *