Legge Bersani surroga mutui: cambiare banca a costo zero

Legge Bersani surroga mutui: come procedere per trasferire il finanziamento

Legge n. 40 del 2 aprile 2007, meglio nota come Legge Bersani, ha esteso il concetto di surroga, dapprima utilizzato principalmente per i contratti telefonici, al settore dei mutui, con un meccanismo che prende il nome di surroga del mutuo.

Surrogando un mutuo, il cliente ha la possibilità di trasferire il debito dalla banca di origine a un’altra che si fa carico del finanziamento. La banca subentrante, infatti, si occupa di saldare il debito del cliente con l’istituto precedente e prende poi in carica il mutuo.

In questo modo il mutuatario ha la possibilità di modificare tutte le condizioni di rimborso del credito, dal tasso d interesse alla durata del piano di ammortamento. Unica eccezione è data dall’importo del finanziamento, che dovrà essere uguale al debito residuo del finanziamento. Non è possibile infatti ottenere nuova liquidità.

Legge Bersani mutui surroga assicurazione e ipoteca immobiliare

Supportata dall’articolo 1202 del Codice Civile, che disciplina la “surrogazione per volontà del debitore”, la surroga del mutuo prevede che la nuova banca subentri nella garanzia ipotecaria già iscritta dal creditore originario. Modifica che dopo l’atto di surroga sarà annotata a margine dell’ipoteca. Va precisato che il trasferimento del mutuo riguarda anche la polizza assicurativa a copertura del finanziamento.

Dopo la legge Bersani surroga mutui, è intervenuta in materia la Manovra Finanziaria 2008 (Legge 244/2007), stabilendo che la surroga del mutuo deve essere garantita al cliente senza l’applicazione di penali o altri oneri di qualsiasi natura. In altre parole l’operazione potrà essere condotta senza spese a carico del cliente, per il quale, infatti, la surroga è completamente gratuita. Tutti i costi collegati spettano alla banca subentrante, inclusi quelli relativi all’atto notarile.

Legge Bersani per surroga mutui: ecco come richiederla

Ma come richiedere la surroga del mutuo? Il mutuatario deve recarsi in una filiale della banca selezionata come subentrante e richiedere, in forma scritta, di acquisire dall’istituto originario l’importo che deve ancora essere restituito. Una volta valutata la situazione del potenziale cliente, la nuova banca decide se accettare o meno la surroga.

In caso di esito positivo, la banca comunica la surroga all’istituto precedente, che dovrà applicarsi affinché la pratica sia eseguita nel minor tempo possibile. È bene precisare infatti che, stando a quanto disposto dalla legge Bersani surroga mutui, la banca subentrante ha la possibilità di rifiutare la surroga, quella originaria non può in alcun modo imporsi al trasferimento del mutuo.

Ricordiamo infine che da un punto di vista formale, la surroga deve essere eseguita dalla parte subentrante, tramite un atto unico. In termini fiscali, la surroga consente di conservare tutti i benefici goduti sul mutuo sostituito, compresa l’eventuale detrazione degli interessi passivi.

Altri articoli sulla surroga del mutuo

Surrogare significato: le opportunità della surroga mutuo Surrogare significato qual è? Con questo verbo si inquadra l’operazione di sostituzione che un mutuatario può completare, cambiando l’istituto di credito di riferimento per il rimborso del finanziamento ricevuto per acquistare la casa d’abitazione. ...
Cambiare mutuo conviene con la surroga: quando richiederla Cambiare mutuo conviene con la surroga: caratteristiche di quest’opportunità L’attuale calo dei tassi ha indotto molti mutuatari al cambio della propria linea di credito. Solo fino a pochi anni fa il mercato non offriva prodotti così competitivi, in...
Mutui agevolati 2015 Mutui agevolati 2015: cosa sono e a chi si rivolgono Prima di sottoscrivere un impegno economico così oneroso come un mutuo, la selezione delle offerte richiede molte tempo perché non è facile stabilire quale sia la proposta effettivamente più conve...
Surroga mutui Inpdap 2014 Surroga mutuo con Inpdap 2014: come funziona? L’Inpdap concede annualmente ai suoi iscritti mutui ipotecari per l’acquisto di prime case site sul territorio nazionale o per la surroga di mutui ipotecari già contratti con istituti di credito. Come de...
Euribor in negativo a -0,06: come sfruttarlo per risparmiare L’Euribor in negativo, i vantaggi per i mutuatari Come molti sapranno i tassi di interesse applicati a prestiti e mutui sono il risultato di più fattori combinati tra loro. Nello specifico, per i mutui a tasso variabile l’interesse dipende dall’indi...
Sostituzione mutuo prima casa agevolazioni fiscali Sostituzione mutuo prima casa agevolazioni fiscali: quali sono i benefici previsti? Nel novero delle spese che possono essere detratte dal reddito vi sono anche gli interessi e le spese dei mutui ipotecari. La normativa fa riferimento ai finanziament...

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *