Legge Bersani surroga mutui: cambiare banca a costo zero

Legge Bersani surroga mutui: come procedere per trasferire il finanziamento

Legge n. 40 del 2 aprile 2007, meglio nota come Legge Bersani, ha esteso il concetto di surroga, dapprima utilizzato principalmente per i contratti telefonici, al settore dei mutui, con un meccanismo che prende il nome di surroga del mutuo.

Surrogando un mutuo, il cliente ha la possibilità di trasferire il debito dalla banca di origine a un’altra che si fa carico del finanziamento. La banca subentrante, infatti, si occupa di saldare il debito del cliente con l’istituto precedente e prende poi in carica il mutuo.

In questo modo il mutuatario ha la possibilità di modificare tutte le condizioni di rimborso del credito, dal tasso d interesse alla durata del piano di ammortamento. Unica eccezione è data dall’importo del finanziamento, che dovrà essere uguale al debito residuo del finanziamento. Non è possibile infatti ottenere nuova liquidità.

Legge Bersani mutui surroga assicurazione e ipoteca immobiliare

Supportata dall’articolo 1202 del Codice Civile, che disciplina la “surrogazione per volontà del debitore”, la surroga del mutuo prevede che la nuova banca subentri nella garanzia ipotecaria già iscritta dal creditore originario. Modifica che dopo l’atto di surroga sarà annotata a margine dell’ipoteca. Va precisato che il trasferimento del mutuo riguarda anche la polizza assicurativa a copertura del finanziamento.

Dopo la legge Bersani surroga mutui, è intervenuta in materia la Manovra Finanziaria 2008 (Legge 244/2007), stabilendo che la surroga del mutuo deve essere garantita al cliente senza l’applicazione di penali o altri oneri di qualsiasi natura. In altre parole l’operazione potrà essere condotta senza spese a carico del cliente, per il quale, infatti, la surroga è completamente gratuita. Tutti i costi collegati spettano alla banca subentrante, inclusi quelli relativi all’atto notarile.

Legge Bersani per surroga mutui: ecco come richiederla

Ma come richiedere la surroga del mutuo? Il mutuatario deve recarsi in una filiale della banca selezionata come subentrante e richiedere, in forma scritta, di acquisire dall’istituto originario l’importo che deve ancora essere restituito. Una volta valutata la situazione del potenziale cliente, la nuova banca decide se accettare o meno la surroga.

In caso di esito positivo, la banca comunica la surroga all’istituto precedente, che dovrà applicarsi affinché la pratica sia eseguita nel minor tempo possibile. È bene precisare infatti che, stando a quanto disposto dalla legge Bersani surroga mutui, la banca subentrante ha la possibilità di rifiutare la surroga, quella originaria non può in alcun modo imporsi al trasferimento del mutuo.

Ricordiamo infine che da un punto di vista formale, la surroga deve essere eseguita dalla parte subentrante, tramite un atto unico. In termini fiscali, la surroga consente di conservare tutti i benefici goduti sul mutuo sostituito, compresa l’eventuale detrazione degli interessi passivi.

Altri articoli sulla surroga del mutuo

Surroga conviene, quando trasferire il mutuo? Surroga conviene: l’incremento delle domande nei primi mesi del 2015 Nel febbraio 2015 si è registrato in Italia il più importante aumento delle richieste di mutuo dal 2008. L’incremento è pari a + 38,7% rispetto a febbraio 2014 e due terzi dei mutu...
Come funziona la surrogazione mutuo prima casa? Come funziona la surrogazione mutuo prima casa? La surroga del mutuo costituisce l’opportunità per il mutuatario di passare da un istituto di credito all’altro che propone condizioni più vantaggiose, senza per questo dover sostenere dei costi aggiunt...
Come avviene il cambio mutuo da variabile a fisso? Come avviene il cambio mutuo da variabile a fisso? Sfruttando la Legge Bersani, a partire dal 2009, si ha la facoltà di ricorrere alla surroga mutuo. Un processo che ha avuto per protagonista un terzo di tutte le operazioni di mutuo nel nostro Paese....
Surroga mutuo nella stessa banca: la rinegoziazione Surroga mutuo nella stessa banca: la rinegoziazione. Che cos’è la rinegoziazione del mutuo ipotecario? Si tratta di un procedimento che conduce a cambiamenti di certi aspetti e condizioni di un contratto di prestito ipotecario definite tra l’ente ero...
Mutuo tasso fisso: perché e come sceglierlo Cos’è un mutuo tasso fisso Il mutuo è un contratto mediante il quale una banca una finanziaria (mutuante) consegna al cliente (mutuatario) una somma che questo si obbliga a restituire, maggiorata di un interesse, tramite il pagamento di rate periodi...
Quali sono i vantaggi della surroga mutuo? Quali sono i vantaggi della surroga mutuo? In cosa consiste? Il mutuo è senza dubbio la linea di credito più utilizzata dagli italiani per l'acquisto e la ristrutturazione di immobili. Tuttavia sono in pochi i soggetti che, al momento della sottoscr...

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *