Mercato mutui 2015, Abi: boom erogazioni, 26,6 miliardi

Mercato mutui 2015: superate le aspettative

Sembra che il problema della stretta al credito, che è andato crescendo di pari passo con l’inasprirsi della crisi economica, sia ormai storia passata. A suggerlo è l’Abi, che a fine agosto ha pubblicato i dati relativi alle performance del mercato mutui. L’indagine ha interessato i primi sette mesi del 2015.

Ebbene, l’importo totale dei mutui erogati ha fatto segnare un eccellente +82% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. In termini assoluti, da gennaio a luglio (compreso) del 2015 sono stati forniti mutui per 26 miliardi. Una cifra enorme se paragonata ai 13,04 del 2014 e agli 11,3 del 2013. In grande spolvero i mutui per l’acquisto della casa, che rappresentano il 40,8% del totale.

E’ interessante anche il dato disaggregato dei mutui a tasso fisso e di quelli a tasso variabile. Il confronto tra i due metodi di composizione della rata prosegue in modo assai più equilibrato rispetto al passato. A primeggiare, ancora una volta, è la soluzione a tasso variabile, che costituisce il 49,4% delle nuove erogazioni. Una parte consistente dei prodotti prevede invece una rata a tasso misto.

Sul fronte del tasso fisso, però, va segnalata una marcata ascesa negli ultimissimi tempi. Dei mutui accessi a luglio, il 60% è stato stipulato con questo metodo.

Buone notizie anche per quanto riguarda il mercato mutui rivolto alle imprese. In questi sette mesi del 2015, rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, l’importo complessivo è aumentato del 16%. Stesso discorso per il credito al consumo, diretto principalmente alle famiglie (e che comprende anche i prestiti personali e in generale i finanziamenti di piccola entità), che ha fatto registrare un incoraggiante +24,3% (il dato si riferisce al gennaio-luglio 2015, in relazione al gennaio-luglio 2014).

Mercato mutui immobiliari: le ragioni di un balzo

Il mercato mutui, dopo anni di crisi, sta andando finalmente bene. In particolare era dal 2011 che non si registravano performance di questo livello. Ci si potrebbe interrogare sul motivo di questa ripresa. E’ da escludere che, tra le ragioni, possa essere inserito un miglioramento del tenore di vita dei cittadini, e quindi una maggiore capacità di spesa. Il tasso di disoccupazione è rimasto pressoché invariato e la pressione fiscale non si è alleggerita.

E’ probabile che il merito vada rintracciato nel lato dell’offerta: le banche prestano di più perché, grazie alle politiche monetaria della Bce, hanno molta più liquidità. Inoltre hanno abbassato gli interessi, reagendo al clima “espansivo” instaurato, ancora una volta, dalla Banca Centrale Europea. Il credit crunch, dunque, è stato risolto per via monetaria, non fiscale.

Altri articoli sulla surroga del mutuo

Surroga conviene, quando trasferire il mutuo? Surroga conviene: l’incremento delle domande nei primi mesi del 2015 Nel febbraio 2015 si è registrato in Italia il più importante aumento delle richieste di mutuo dal 2008. L’incremento è pari a + 38,7% rispetto a febbraio 2014 e due terzi dei mutu...
Surroga mutuo prima casa normativa: le opportunità per i mutuatari Surroga mutuo: la normativa attuale Il mercato dei mutui è trainato dall’istituto della surroga. Durante tutto il periodo del credit crunch la surroga ha rappresentato l’unica voce positiva. Oggi, a fronte di condizioni di credito nettamente miglior...
Obblighi e norme per surroga mutuo restituzione assicurazione Obblighi e norme per surroga mutuo restituzione assicurazione. Alla fine del 2012 con i decreti detti “Liberalizzazioni” sono state introdotte due rilevanti novità che riguardano le banche, le finanziarie e le compagnie assicurative. Il primo aspe...
Mutui acquisto prima casa o ristrutturazione: le agevolazioni Mutui acquisto prima casa Acquistare un immobile vuol dire accendere un mutuo per cercare di far fronte alla spesa, spesso però scegliere il mutuo giusto diventa un’operazione tutt’altro che semplice e che richiede una maggiore attenzione alla vasta...
Detrazione interessi mutuo 2015 Detrazione interessi mutuo 2015: a chi si rivolge Il mutuo è un impegno molto importante, lo è sia per il progetto che permette di realizzare, nella maggior dei casi l’acquisto della prima casa e quindi la costituzione di un proprio nucleo familiare...
Surroga del mutuo costi Surroga del mutuo costi: quali i vantaggi, come risparmiare Le variabili di mercato possono cambiare e le condizioni cui è sottoscritto il contratto di mutuo possono non risultare più convenienti. Invece di sostenere una rata eccessivamente elevata ...

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *