Mutui aggiornati ad oggi: tassi e spread. Come risparmiare

Orientarsi per la scelta della migliore offerta presente sul mercato  per l’accensione di un mutuo Inpdap non è sempre così semplice, scelta che potrebbe essere decisiva per un risparmio sicuro, uno degli investimenti più importanti della vita.

Indice mutui aggiornati: quanto conta nella scelta?

L’accensione di un mutuo per dipendenti Inpdap o pensionati Inps che possiedono i requisiti stabiliti dal regolamento disposto dall’Inps, diventa un’occasione unica per i clienti che vogliono acquistare un’abitazione tramite ai mutui agevolati Inpdap.

Ma quali sono i tassi e la durata applicati per i mutui ipotecari degli iscritti alla gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali?

Secondo disposizioni del regolamento Inps il tasso fisso di interesse applicato è del 2,95% mentre il tasso variabile è determinato dal valore dell’Euribor a 6 mesi, che viene calcolato su 360 giorni, maggiorato di 200 punti e rilevato dal 30 giugno al 31 dicembre del semestre precedente, valore applicato sul debito residuo a tale data.

La durata dei mutui dipendenti Inpdap varia da un minimo di 10 a un massimo di 30 anni tranne per tutti  gli iscritti che alla data di presentazione della domanda hanno compiuto 65 anni, in questo caso è richiedibile un mutuo di massimo 15 anni.

Il tasso di interesse può variare da fisso a variabile a seconda della tipologia di mutuo Inpdap scelto per una sola volta durante l’intero piano di ammortamento. Tale beneficio potrà essere richiesto anche dagli iscritti che già beneficiano di un mutuo erogato dall’istituto, ma solo a fronte della presentazione della domanda entro sei mesi dall’entrata in vigore del regolamento dal 1 ottobre al 31 marzo.

Tassi mutui aggiornati ad oggi

Valore necessario ad aiutarci nella scelta del miglior mutuo presente sul mercato è il tasso di interesse applicato dalle banche che concedono la liquidità necessaria all’acquisto della casa. Il tasso di interesse è una quota di denaro che si dovrà restituire per qualsiasi tipologia di prestito richiesto, tasso che indica il costo del capitale presentato dalla banca, ecco perché diventa fondamentale conoscerne l’andamento dei mutui aggiornati ad oggi.

Il tasso di interesse applicato alla quota ricevuta viene relazionato in base al valore del costo del denaro che potrà essere calcolato in un determinato periodo di tempo, soprattutto durante la stipula del contratto, indispensabile quindi cogliere il momento più favorevole.

Spread mutui aggiornati: cos’è e come influenza il mutuo?

Il valore del tasso di interesse applicato ai mutui aggiornati ad oggi dipende dall’andamento dei mercati finanziari, valori che variano quotidianamente, fondamentale quindi accedere a grafici che segnalano l’andamento storico dei principali tassi di riferimento e i valori di tutti i tassi applicati ai mutui aggiornati ad oggi.

La banca che concede il prestito per determinare il tasso di interesse applicato al mutuo, somma ai tassi di riferimento quotidiani un’aliquota definita “spread” che rappresenta il guadagno dell’istituto di credito, valore che varia a seconda della tipologia di prodotto scelto e dalla durata del mutuo.

Altri articoli sulla surroga del mutuo

Surroga mutuo seconda casa: cosa prevede la normativa? Surroga mutuo seconda casa: cosa prevede la normativa? Il cosiddetto Decreto Bersani, ovvero la legge numero 40 del 2007, ha determinato la portabilità dei mutui portando in auge la procedura di surroga. In merito in non ci sono riferimenti alla dest...
Polizze casa: perché sono importanti quando si sceglie il mutuo ipotecario Mutuo polizze casa: una soluzione a beneficio di tutti Acquistare un immobile per i giovani che intendano farsi una famiglia è una vera e propria impresa. Non solo dal punto di vista economico, comunque influente dal momento che raramente una coppia...
Sostituzione mutuo prima casa agevolazioni fiscali Sostituzione mutuo prima casa agevolazioni fiscali: quali sono i benefici previsti? Nel novero delle spese che possono essere detratte dal reddito vi sono anche gli interessi e le spese dei mutui ipotecari. La normativa fa riferimento ai finanziament...
Detrazione interessi mutuo 2015 Detrazione interessi mutuo 2015: a chi si rivolge Il mutuo è un impegno molto importante, lo è sia per il progetto che permette di realizzare, nella maggior dei casi l’acquisto della prima casa e quindi la costituzione di un proprio nucleo familiare...
Mutuo cointestato vantaggi e rischi per il cliente Cointestazione mutuo: una buona alternativa Il mutuo cointestato rappresenta un’arma a doppio taglio, un prodotto finanziario in grado di risolvere qualche problema, ma anche di creane di altri. I pregi, in particolare, sono due. In primo luogo, con...
Surroga mutuo per società: cosa accade in questo caso? Surroga mutuo per società: cosa accade in questo caso? La legge Bersani Bis, nella sua versione definitiva, prevede una collocazione della norma relativa alla portabilità diversa dal disegno di legge originario. È stata quindi trasferita dal capo II ...

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *