Mutuo fondiario per l’acquisto della prima casa

Cos’è il mutuo fondiario

Spesso si sente parlare di mutui per l’acquisto della casa solo in riferimento ai mutui ipotecari, una tipologia di finanziamenti che compone gran parte dell’offerta del settore, ma che non sempre rappresenta la soluzione più conveniente. Nel novero dei finanziamenti dedicati all’acquisto di immobili ad uso abitativo, infatti, troviamo anche il mutuo fondiario.

Si tratta di un finanziamento rivolto esclusivamente a chi desidera acquistare un’abitazione destinata a diventare la propria residenza, che consente di risparmiare somme di denaro anche consistenti. Senza dubbio più vantaggioso di quello ipotecario, il mutuo fondiario prevede costi notarili contenuti e tassi di interesse particolarmente ridotti rispetto a quelli applicati agli altri finanziamenti per l’acquisto della prima casa.

Caratteristiche dei mutui fondiari

Per quanto riguarda il rimborso del credito, il piano di ammortamento non può superare i 30 anni e a garanzia del finanziamento è richiesta la sottoscrizione di un’ipoteca di primo grado che può arrivare al massimo all’80% del valore dell’immobile oggetto di mutuo. Il denaro richiesto viene versato in un’unica soluzione.

L’unico limite del mutuo fondiario è costituito dall’importo massimo erogabile, che non può superare l’80% del valore dell’immobile. Fattore che porta molti mutuatari a scegliere i mutui ipotecari, che, in teoria, possono coprire anche l’intero valore dell’immobile.

I mutui ipotecari inoltre possono essere concessi anche per finalità differenti dall’acquisto della prima casa, ad esempio la surroga di un mutuo già in corso oppure per ottenere nuova liquidità con la quale far fronte a spese ed investimenti.

Differenze tra mutuo ipotecario e fondiario

Inlinea di massima si tratta di finanziamenti che hanno una durata variabile dai 5 ai 30 anni, ma in taluni casi è possibile arrivare anche a 40 anni (conduzione spesso riservata agli under 35). Dopo aver verificato le condizioni lavorative e il profilo economico del mutuatario la banca erogatrice del finanziamento si tutela con attraverso una serie di garanzie varie, che possono essere reali o personali.

In caso di insolvenza da parte del debitore infatti, la banca può richiedere l’esproprio dell’immobile su cui è posta l’ipoteca, per poi venderlo all’asta e recuperare la somma finanziata.

Chi fosse incerto sulla scelta tra un mutuo ipotecario e uno fondiario può farsi fare un preventivo presso un istituto di credito di fiducia valutando entrambe le possibilità. Se invece si preferisce confrontare varie offerte in breve tempo, ci si può avvalere dei comparatori disponibili gratuitamente sul web. Tali siti internet consentono di visualizzare tutte le offerte di mutuo delle maggiori banche e società finanziarie che operano nel mercato italiano.

Altri articoli sulla surroga del mutuo

Polizze casa: perché sono importanti quando si sceglie il mutuo ipotecario Mutuo polizze casa: una soluzione a beneficio di tutti Acquistare un immobile per i giovani che intendano farsi una famiglia è una vera e propria impresa. Non solo dal punto di vista economico, comunque influente dal momento che raramente una coppia...
Mutuo surroga: possibile risparmiare più di 10.000 euro al mese Surroga mutuo: perché conviene La surroga mutuo è oggi un trend molto marcato. Anzitutto perché ha raccolto l’attenzione dei media, se i mutui crescono è soprattutto merito delle surroghe, in secondo luogo, perché le attuali condizioni finanziarie l...
Tempi surroga mutuo: dopo quando si può richiedere? Tempi surroga mutuo: dopo quando si può richiedere? Non abbiamo dei tempi minimi prima di poter ottenere la surroga del mutuo. Alcuni istituti di credito, tuttavia, possono prevedere il pagamento di almeno sei rate per appurare l’affidabilità del cli...
Come funziona la portabilità mutuo casa? Quali sono le potenzialità della portabilità mutuo casa? La portabilità del mutuo, conosciuta anche come surroga, è un’opportunità introdotta dalla legge numero 40 del 2 aprile 2007, e si riferisce alla procedura di trasferimento del mutuo da una ba...
La surroga mutuo conviene davvero? E se sì, perché? Surroga del mutuo: uno strumento in ascesa E’ indubbio: il ricorso alla surroga del mutuo è notevolmente aumentato in questi anni. Il merito di ciò va sicuramente alla volontà di competere delle banche, che hanno trovato nella surroga una buona arma...
Surroga mutuo per società: cosa accade in questo caso? Surroga mutuo per società: cosa accade in questo caso? La legge Bersani Bis, nella sua versione definitiva, prevede una collocazione della norma relativa alla portabilità diversa dal disegno di legge originario. È stata quindi trasferita dal capo II ...

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *