Mutuo Inpdap 2018: l’assicurazione è obbligatoria?

Una delle forme di finanziamento maggiormente convenienti per l’acquisto o la ristrutturazione della prima casa è indubbiamente fornita dal mutuo INPDAP, ente previdenziale dei dipendenti pubblici assorbito dall’INPS a partire dal 2012.

Il mutuo INPDAP è un prestito che abbina alle normali caratteristiche di un mutuo concesso da una banca, quali la presenza di garanzie reali, la presenza di un tasso di interesse, fisso o variabile, particolarmente conveniente. Vediamo chi ha la possibilità di accedere a questo mutuo agevolato.

Mutuo Inpdap 2018: che cos’è e come funziona

Si tratta di un vero e proprio mutuo, garantito da ipoteca, concesso ai dipendenti con contratto a tempo indeterminato e pensionati del settore pubblico che risultano iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali da almeno un anno.

Il finanziamento viene erogato sia per l’acquisto della prima casa sia per la costruzione in autonomia dell’immobile. Sono inoltre presenti alcuni vincoli come ad esempio il fatto che l’immobile che si acquista non deve essere considerato casa di lusso, l’obbligo di stabilire la residenza nel nuovo immobile sia del richiedente che del nucleo familiare e così via.

Un altro aspetto da tener presente è il requisito anagrafico che si collega alla durata del finanziamento. Quest’ultimo può variare tra 5, 10, 15, 20, 25 e 30 anni ma dipende dall’età del richiedente al momento della richiesta:

  • se ha un’età inferiore ai 65 anni nessun ostacolo alla durata massima;
  • se ha un’età superiore ai 65 anni, il mutuo non può essere concesso per una durata superiore ai 15 anni.

L’importo massimo del mutuo è di 300.000 euro nell’ipotesi di acquisto prima abitazione e di 150.000 euro per le opere di manutenzione e ristrutturazione.

Assicurazione Mutuo Inpdap: qual è obbligatoria?

Uno degli ulteriori obblighi del richiedente è quello di sottoscrivere una polizza di assicurazione sulla casa oggetto del mutuo contro i rischi di furto, incendio e scoppio.

Non appena la polizza assicurativa viene sottoscritta deve essere immediatamente inviata alla sede INPS competente territorialmente pena l’annullamento del finanziamento concesso.

L’importo della polizza non è fisso ma viene stabilito in base al valore di perizia definito dai tecnici dell’INPS. Il pagamento del premio è anticipato con obbligo di rinnovo fino al termine del periodo di finanziamento.

Oltre a questa polizza, il richiedente ha facoltà di sottoscrivere un’ ulteriore assicurazione mutuo Inpdap contro altri rischi come perdita involontaria del posto di lavoro o invalidità permanente totale in seguito ad infortunio sul lavoro.

 

Altri articoli sulla surroga del mutuo

Surroga mutuo: cos’è e come funziona La ben nota Legge Bersani, del 2007, ha introdotto nella legislazione italiana il concetto di Portabilità del mutuo. Qualsiasi soggetto abbia in essere un mutuo ipotecario può richiedere alla banca che lo ha emesso di essere surrogata da un altro Ist...
Surroga Mutuo vs Rinegoziazione Le differenze tra la surroga mutuo e la rinegoziazione Con il termine surroga mutuo si intende il trasferimento di un finanziamento in corso presso un'altra banca che magari propone tassi più vantaggiosi. Al contrario con rinegoziazione si indica la...
Surroga Mutuo 2017: qual è il suo destino? Surroga Mutuo 2017 ed estinzione anticipata: due aspetti fondamentali Nel momento in cui si richiede un mutuo vi sono, oltre ai classici aspetti come l'importo delle rate, la durata ecc.., vi sono altri due elementi fondamentali da considerare: la s...
Tags:

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *