Prestito vitalizio ipotecario 2015 per over 60

Cos’è il prestito vitalizio ipotecario

Lo scorso 19 marzo il Senato ha approvato in via definitiva il testo di legge sul prestito vitalizio ipotecario. La nuova normativa permette a tutti i cittadini con più di 60 anni (in precedenza erano necessari 65 anni) di ottenere un mutuo garantito da un immobile in loro possesso, senza perderne la proprietà.

Già previsto dalla finanziaria del 2006, il prestito vitalizio ipotecario si presenta come una valida alternativa alla nuda proprietà, poiché permette ottenere liquidità trasformando parte del valore della casa in contanti, senza dover cedere la proprietà.

Prestito vitalizio ipotecario per anziani: condizioni e tassi

Tutti gli ultrasessantenni in possesso di un immobile possono richiedere, a un istituto di credito, un finanziamento immediato con un importo variabile dal 18 al 40% del valore dell’immobile, a seconda dell’età del richiedente e delle aspettative di vita. L’interesse applicato può essere a tasso fisso o variabile.

Per quanto riguarda il rimborso del credito, questo può avvenire in maniera graduale, secondo delle modalità concordate tra le parti, senza che sia applicata la capitalizzazione annuale degli interessi. Se l’istituto e il beneficiario non pattuiscono un rimborso graduale, la legge prevede il rimborso integrale, in un’unica soluzione, in caso di morte del debitore o di vendita dell’immobile.

Il rimborso integrale è previsto anche nel caso in cui si compiano atti che riducono il valore dell’immobile, compresa la costituzione di diritti reali di garanzia in favore di terzi, come ad esempio la costituzione di una nuova ipoteca.

Se, trascorsi 12 mesi dal verificarsi di una di queste situazioni, il finanziamento non viene rimborsato, l’istituto erogatore può vendere l’immobile al valore di mercato (decurtato del 15% ogni 12 mesi).

Altri articoli sulla surroga del mutuo

Sostituzione mutuo prima casa agevolazioni fiscali Sostituzione mutuo prima casa agevolazioni fiscali: quali sono i benefici previsti? Nel novero delle spese che possono essere detratte dal reddito vi sono anche gli interessi e le spese dei mutui ipotecari. La normativa fa riferimento ai finanziament...
Surroga mutuo requisiti: quali sono? Chi i beneficiari? Surroga mutuo requisiti: quali sono? Chi i beneficiari? La surroga mutuo non è altro che lo spostamento del mutuo sottoscritto presso un nuovo istituto di credito che permette di fruire di condizioni più interessanti e convenienti. La procedura si...
Surroga mutuo seconda volta Surroga mutuo seconda volta: è sempre possibile? Quante volte si può surrogare un mutuo? Come stabilito dalla legge Bersani bis, L. 40/2007 la surroga, o portabilità del mutuo, non è altro che la sostituzione di un mutuo già in essere con un altro p...
Mutuo fondiario per l’acquisto della prima casa Cos’è il mutuo fondiario Spesso si sente parlare di mutui per l’acquisto della casa solo in riferimento ai mutui ipotecari, una tipologia di finanziamenti che compone gran parte dell’offerta del settore, ma che non sempre rappresenta la soluzione pi...
Rinegoziazione mutui 2015: Quali le scadenze per accedere? Cos’è la rinegoziazione mutui 2015 CDP Lo slittamento in Consiglio dei Ministri del decreto relativo agli enti locali e le varie richieste avanzate dai Comuni e Città metropolitane interessati, hanno convinto la Cassa Depositi e Prestiti a prorogare...
Guida al credito: Vantaggi e consigli pratici Guida al credito: Vantaggi e consigli pratici per la Surroga del mutuo. Quando ci troviamo difronte alla sottoscrizione di un nuovo contratto relativo al proprio mutuo dobbiamo prestare la massima attenzione a diversi elementi. Passiamo in rassegna l...

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *