Rinegoziazione mutuo con la stessa banca

Rinegoziazione mutuo con la stessa banca: in cosa consiste?

Spesso si sente parlare di rinegoziazione del mutuo ipotecario, ma di cosa si tratta di preciso? La rinegoziazione di un mutuo consiste nel cambiamento di alcune condizioni di un finanziamento ipotecario sottoscritto tra la banca ed il cliente. Generalmente la rinegoziazione viene richiesta dal cliente per ottenere un piano di rimborso che riduca l’impatto della rata sulle proprie finanze.

Con la rinegoziazione di un mutuo si possono modificare: la durata, il tasso d’interesse e gli eventuali intestatari del mutuo. È possibile modificare anche alcuni costi secondari legati al finanziamento, come spese di incasso rata, spese d’istruttoria ed altri oneri previsti da contratto.

La rinegoziazione del mutuo permette inoltre di modificare la tipologia del tasso d’interesse applicato al finanziamento sostituendo un mutuo a tasso variabile con uno a tasso fisso, o viceversa. Si può anche modificare il parametro di indicizzazione del mutuo, passando ad esempio dall’Euribor a 6 Mesi all’Euribor a 1 Mese.

Come richiedere la rinegoziazione mutuo con la stessa banca? Quali gli oneri da sostenere?

L’istanza di rinegoziazione del mutuo deve essere spedita all’istituto di credito erogatore del finanziamento mediante raccomandata con ricevuta di ritorno. La banca ha l’obbligo di rispondere alla richiesta del cliente.

Per rinegoziare il mutuo è quindi sufficiente un accordo scritto tra banca e mutuatario. Ricordiamo inoltre che non vi è l’obbligo di far autenticare il documento da un notaio e che la rinegoziazione è completamente gratuita come previsto dal Decreto Bersani dal 2007.

Altri articoli sulla surroga del mutuo

Surrogare mutuo: i casi in cui conviene davvero Surroga mutuo: la moda del momento “Chi lascia la strada vecchia per la nuova…” così inizia un famoso proverbio. Eppure sembra che quanti hanno acceso un mutuo siano ben propensi a cambiare, almeno in questo periodo economico, alimentato dalle nuove...
Legge Bersani surroga mutui: cambiare banca a costo zero Legge Bersani surroga mutui: come procedere per trasferire il finanziamento Legge n. 40 del 2 aprile 2007, meglio nota come Legge Bersani, ha esteso il concetto di surroga, dapprima utilizzato principalmente per i contratti telefonici, al settore de...
Spread oggi: come si calcola e perché è importante Spread btp italia/bund 10 anni Il termine Spread viene utilizzato per indicare il differenziale di rendimento offerto da Btp a 10 anni e dall’omologo termine tedesco indicato come Bund. Spread che in realtà potrebbe essere utilizzato per indicare an...
Mutui aggiornati ad oggi: tassi e spread. Come risparmiare Orientarsi per la scelta della migliore offerta presente sul mercato  per l’accensione di un mutuo Inpdap non è sempre così semplice, scelta che potrebbe essere decisiva per un risparmio sicuro, uno degli investimenti più importanti della vita. Indi...
Euribor in negativo a -0,06: come sfruttarlo per risparmiare L’Euribor in negativo, i vantaggi per i mutuatari Come molti sapranno i tassi di interesse applicati a prestiti e mutui sono il risultato di più fattori combinati tra loro. Nello specifico, per i mutui a tasso variabile l’interesse dipende dall’indi...
Calcolo spese notarili: cosa sapere prima di acquistare casa Il calcolo spese notarili è un passaggio fondamentale quando si progetta l’acquisto di una casa e si ha intenzione di tenere sotto controllo ogni voce per verificarne la sostenibilità. Risorse legali: i compiti del notaio Per avere le idee chiare s...

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *