Rinegoziazione mutuo con la stessa banca

Rinegoziazione mutuo con la stessa banca: in cosa consiste?

Spesso si sente parlare di rinegoziazione del mutuo ipotecario, ma di cosa si tratta di preciso? La rinegoziazione di un mutuo consiste nel cambiamento di alcune condizioni di un finanziamento ipotecario sottoscritto tra la banca ed il cliente. Generalmente la rinegoziazione viene richiesta dal cliente per ottenere un piano di rimborso che riduca l’impatto della rata sulle proprie finanze.

Con la rinegoziazione di un mutuo si possono modificare: la durata, il tasso d’interesse e gli eventuali intestatari del mutuo. È possibile modificare anche alcuni costi secondari legati al finanziamento, come spese di incasso rata, spese d’istruttoria ed altri oneri previsti da contratto.

La rinegoziazione del mutuo permette inoltre di modificare la tipologia del tasso d’interesse applicato al finanziamento sostituendo un mutuo a tasso variabile con uno a tasso fisso, o viceversa. Si può anche modificare il parametro di indicizzazione del mutuo, passando ad esempio dall’Euribor a 6 Mesi all’Euribor a 1 Mese.

Come richiedere la rinegoziazione mutuo con la stessa banca? Quali gli oneri da sostenere?

L’istanza di rinegoziazione del mutuo deve essere spedita all’istituto di credito erogatore del finanziamento mediante raccomandata con ricevuta di ritorno. La banca ha l’obbligo di rispondere alla richiesta del cliente.

Per rinegoziare il mutuo è quindi sufficiente un accordo scritto tra banca e mutuatario. Ricordiamo inoltre che non vi è l’obbligo di far autenticare il documento da un notaio e che la rinegoziazione è completamente gratuita come previsto dal Decreto Bersani dal 2007.

Altri articoli sulla surroga del mutuo

Surrogare significato: le opportunità della surroga mutuo Surrogare significato qual è? Con questo verbo si inquadra l’operazione di sostituzione che un mutuatario può completare, cambiando l’istituto di credito di riferimento per il rimborso del finanziamento ricevuto per acquistare la casa d’abitazione. ...
Mutuo Inpdap 2018: l’assicurazione è obbligatoria? Una delle forme di finanziamento maggiormente convenienti per l'acquisto o la ristrutturazione della prima casa è indubbiamente fornita dal mutuo INPDAP, ente previdenziale dei dipendenti pubblici assorbito dall'INPS a partire dal 2012. Il mutuo I...
Tasso BCE: cos’è? Per cosa viene utilizzato? Cos’è il tasso di interesse BCE e a cosa serve La Banca Centrale Europea (BCE) è l’istituto responsabile della politica monetaria per i 19 Paesi dell'UE che hanno aderito all'euro, formando la cosiddetta "Zona euro". Una delle principali mansioni de...
Surroga mutuo tasso fisso e gli interventi della BCE Surroga mutui: gli unici a crescere veramente Grazie al cambiamento del contesto finanziario, il credit crunch potrebbe essere presto sconfitto. Il termometro per eccellenza, in questi casi, è rappresentato dal mercato immobiliare e nella fattispeci...
Domanda mutui di surroga, un trend in rapida crescita Domanda mutui di surroga, un trend in rapida crescita. Nel corso del primo trimestre 2014 è in rapido sviluppo l’interesse dimostrato dal pubblico nei confronti della surroga, merito anche di una situazione che ha condotto a una contrazione degli spr...
Surroga mutuo prima casa: come ottenerla? Surroga del mutuo prima casa La surroga, o portabilità, del mutuo è la procedura che consente di trasferire un finanziamento già in corso presso un istituto di credito diverso da quello erogatore. Generalmente la surroga di applica ai finanziamenti ...

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *