Surroga del mutuo costi

Surroga del mutuo costi: quali i vantaggi, come risparmiare

Le variabili di mercato possono cambiare e le condizioni cui è sottoscritto il contratto di mutuo possono non risultare più convenienti. Invece di sostenere una rata eccessivamente elevata per il resto del piano di rimborso, il cliente ha un prezioso strumento a disposizione: la surroga. Si tratta dell’opportunità di trasferire la linea di credito presso un nuovo ente erogatore andando così a ridefinire le condizioni contrattuali.

Il beneficiario può in sostanza conseguire un nuovo mutuo pur conservando l’ipoteca inizialmente attivata. Ha quindi la facoltà di modificare la rata del mutuo e i relativi tassi di interesse (passando, ad esempio, da un tasso fisso a uno variabile, oppure semplicemente accettando una proposta più conveniente con la medesima tipologia di tasso).

Surroga del mutuo costi per il cliente?

A dispetto di quello che si potrebbe ritenere, la surroga del mutuo non prevede alcun onere per il cliente. Le spese di istruttoria della pratica e di perizia risulteranno a carico della nuova banca. Quanti sono interessati a questo intervento devono comunque considerare che l’entità del nuovo mutuo sarà corrisponde al capitale residuo da rimborsare. Qualora quest’ultimo sia molto contenuto, sarà difficile che una nuova banca sia disposta ad accordare la surroga.

Per porre in essere la surroga, il cliente è chiamato a comunicare la richiesta al nuovo ente erogatore individuato, che andrà a contattare la banca precedente così da porre in essere l’intervento di surroga. La banca di partenza è costretta ad accettare la richiesta, mentre questo vincolo non interessa il nuovo istituto di credito coinvolto.

Surroga mutuo, le offerte più convenienti

Per una surroga che prevede un debito residuo di 150mila euro relativi a un immobile dal valore di 250mila euro, secondo una nostra simulazione condotta con mutuionline.it, le offerte più interessanti sono presentate da:

  • BNL – GRUPPO BNP PARIBAS, TRASFORMAMUTUOBNL: Tasso Variabile 1,77%; TAEG       1,82%.
  • WEBANK – MUTUO VARIABILE: Tasso              Variabile 1,70%; TAEG 1,71%.
  • HELLO BANK! – HELLO! HOME VARIABILE: Tasso Variabile: 1,77%; TAEG 1,82%.

Altri articoli sulla surroga del mutuo

Surroga mutuo conviene davvero? In quali circostanze? Surroga mutuo conviene davvero? In quali circostanze? Molti italiani hanno scelto un mutuo casa per provvedere all’acquisto della propria abitazione, e in tanti si domandano se sia conveniente optare per la surroga e in quali circostanze. Cerchiamo d...
Rinegoziazione mutui 2015: Quali le scadenze per accedere? Cos’è la rinegoziazione mutui 2015 CDP Lo slittamento in Consiglio dei Ministri del decreto relativo agli enti locali e le varie richieste avanzate dai Comuni e Città metropolitane interessati, hanno convinto la Cassa Depositi e Prestiti a prorogare...
Mutuo online, come funziona? Quali vantaggi offre? Mutuo online calcolo: come valutare le alternative La rivoluzione digitale ha coinvolto molti ambiti della vita quotidiana ed economica. Ha sortito i suoi effetti anche nel sistema creditizio, principalmente con l’istituzione dei mutui online. Quest...
Surroga o sostituzione, quale scegliere? Quali le differenze? Meglio surroga o sostituzione: come scegliere Col passare degli anni la rata del mutuo può diventare insostenibile o, più semplicemente, poco conveniente rispetto alle nuove condizioni offerte dal mercato. Nasce così la necessità di modificare le co...
Mutuo e Surroga: riduzione tasso e durata, ora conviene Mutuo e surroga 2015: perché scegliere surroga o rinegoziazione Il volano del mercato mutui 2015 è la surroga, intervento che permette di traferire il proprio debito residuo presso una nuova banca, modificando così tassi di interesse e durata del pi...
Rinegoziazione prestito: in cosa consiste? Rinegoziazione prestito: in cosa consiste? La rinegoziazione di un prestito è la pratica finanziaria che permette di ridefinire un contratto nelle sue condizioni. La rinegoziazione può essere effettuata esclusivamente tra le due parti che avevano ori...

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *