Surroga mutuo da fisso a variabile, è questo il momento giusto

Perché scegliere la surroga mutuo da fisso a variabile?

L’attuale clima economico deflattivo dell’Eurozona ha condotto la BCE a una riduzione dei tassi. Ragione che rende appetibili i mutui a tasso variabile, più convenienti in rapporto a quelli a tasso fisso definiti prima dell’avvento della crisi.

Grazie ai tassi prossimi allo zero e all’andamento dell’Euribor, parametro che risulta pertinente per buona parte dei mutui a tasso variabile sottoscritti nel nostro Paese, quanti hanno scelto, nel corso degli ultimi anni, un mutuo a tasso variabile vanno incontro a un risparmio rispetto a chi aveva acceso un mutuo a tasso fisso.

Può risultare quindi utile scegliere la surroga mutuo da fisso a variabile. Vi sono circostanze in cui è possibile attive un mutuo di surroga con Tan del 2,01% a tasso variabile e del 3,7% a tasso fisso.

Surroga mutuo da tasso fisso a variabile, quanto è possibile risparmiare?

Quanti sostengono un tasso di interesse più alto e devono far fronte ancora a numerose rate, troveranno la surroga conveniente. Vi ricordiamo che per conseguire la surroga è indispensabile che l’ente erogatore fornisca la sua approvazione, mediante un’istruttoria, del profilo reddituale e patrimoniale del richiedente. In altre parole, non si tratta di un intervento automatico.

Facciamo un esempio concreto. Se avete sottoscritto un mutuo da 100mila euro a tasso fisso nel 2002 al 6,35% (avete sostenuto, nella nostra ipotesi, una rata da 737 per 12 anni), avreste da restituire 55mila euro di capitale e 15.386 di interessi, scegliendo il tasso variabile potremmo conseguire una riduzione della rata di 227 euro al mese con una nuova durata residua di 10 anni.

Altri articoli sulla surroga del mutuo

Mutuo cointestato vantaggi e rischi per il cliente Cointestazione mutuo: una buona alternativa Il mutuo cointestato rappresenta un’arma a doppio taglio, un prodotto finanziario in grado di risolvere qualche problema, ma anche di creane di altri. I pregi, in particolare, sono due. In primo luogo, con...
Euribor in negativo a -0,06: come sfruttarlo per risparmiare L’Euribor in negativo, i vantaggi per i mutuatari Come molti sapranno i tassi di interesse applicati a prestiti e mutui sono il risultato di più fattori combinati tra loro. Nello specifico, per i mutui a tasso variabile l’interesse dipende dall’indi...
I documenti per la surroga del mutuo La surroga del mutuo è il trasferimento di un finanziamento da una banca ad un'altra banca: l'entità del prestito rimane invariata, ma cambiano le condizioni alle quali si rientra dal debito, che diventando più vantaggiose per il cliente e più oneros...
Agevolazioni prima casa: come risparmiare Le agevolazioni prima casa rappresentano un canale di risparmio notevole per quanto riguarda l’Iva e altre imposte che gravano sulle operazioni di compravendita. Risulta possibile accedere a tali vantaggi a fronte del soddisfacimento di determinat...
Surroga mutuo ipotecario: un nuovo mutuo a costo zero Cos’è la surroga del mutuo ipotecario La surroga del mutuo è la procedura che consente di trasferire il finanziamento dalla banca originaria a un altro istituto di credito che si fa carico del debito residuo. Regolata dal Decreto Bersani del 2007 la...
Mutui per giovani prima casa Mutui per giovani senza lavoro fisso Il Fondo prima casa garantisce i mutui che coprono fino al 100% del valore immobiliare. Una buona notizia per le giovani coppie e i lavoratori precari che vogliono comprare casa. A renderlo noto è la Banca d'Ital...

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *