Surroga mutuo limiti e interrogativi più frequenti

Surroga mutuo limiti sostituzione: quali le differenze con la sostituzione?

La surroga è una materia complessa, frequente oggetto di equivoci. Un primo distinguo è la sua differenza tra surroga e sostituzione. In termini tecnici, la sostituzione del mutuo e la surroga hanno in comune un aspetto, la finalità: il trasferimento del mutuo precedente da un ente bancario all’altro.

In caso della sostituzione è necessario estinguere mutuo e ipoteca, per poi riattivare l’intero processo di accesso a un nuovo mutuo. A ciò sono associati diversi oneri: istruttoria, perizia, atto notarile in rapporto alla nuova scrittura ipotecaria.

Mediante la surroga, invece, non dobbiamo operare la cancellazione ipotecaria. Questa procedura consente al nuovo ente creditizio di subentrare grazie a un sistema semplificato, con una banale annotazione al margine della ipoteca originaria.

L’attuale impianto normativo prevede che siano nulle le clausole del contratto che rendono onerosa la surroga. Questa permette infatti il cambio del mutuo senza dover sostenere alcun costo.

Surroga mutuo limiti: obblighi per nuova e vecchia banca

La nuova banca è obbligata ad accordare la surroga? Il nuovo ente creditizio potrebbe risultare disponibile ma non è obbligato ad accettare il precedente mutuo attraverso la surroga. Le banche preferiscono la sostituzione alla surroga. La ragione è semplice:

Con la sostituzione le spese di portabilità sono sostenute dal cliente, mentre la surroga prevede che sia la banca a pagarle. È questa motivazione che spinge alcuni istituti di credito a non applicare la surroga.

Diversa la situazione della banca d’origine in caso di surroga. Non le è infatti concessa la possibilità di ostacolare l’intervento di surrogazione. Ma si può surrogare qualunque tipologia di mutuo?

Surroga mutuo limiti: si può eseguire con qualunque mutuo?

Le attuali disposizioni normative prevedono che la surroga sia realizzabile con qualunque tipologia di finanziamento bancario, ma in termini pratici non è sempre possibile. Di solito gli istituti di credito applicano limiti, perché dovendo affrontare gli oneri associati, non è sempre conveniente acquisire un nuovo cliente con il sistema della surroga.

In linea di massima se il capitale residuo è inferiore a 60-70.000 euro, la surroga è un intervento improbabile. Si tratta di un limite che ha valore puramente indicativo. Le norme che regolano la surrogazione del credito sono riportate nell’articolo 1202 del c.c. A questo si sono aggiunti i seguenti decreti: Decreto Legge 40/2007 art. 8 e succ., Legge Finanziaria 2008.

Volete maggiori informazioni sulle potenzialità della surroga? Restate connessi con il nostro portale e seguite gli ultimi aggiornamenti.

Altri articoli sulla surroga del mutuo

Cos’è la surroga mutuo assicurazione? Qual è la normativa? Cos’è la surroga mutuo assicurazione? Qual è la normativa? Disponete di un mutuo e volte richiedere la surroga per completare il passaggio a un altro istituto di credito? È possibile pretendere il rimborso dei premi pagati e non usufruiti relativamen...
Detrazione interessi mutuo 2015 Detrazione interessi mutuo 2015: a chi si rivolge Il mutuo è un impegno molto importante, lo è sia per il progetto che permette di realizzare, nella maggior dei casi l’acquisto della prima casa e quindi la costituzione di un proprio nucleo familiare...
Sostituzione mutuo prima casa agevolazioni fiscali Sostituzione mutuo prima casa agevolazioni fiscali: quali sono i benefici previsti? Nel novero delle spese che possono essere detratte dal reddito vi sono anche gli interessi e le spese dei mutui ipotecari. La normativa fa riferimento ai finanziament...
Surroga mutui Inpdap 2014 Surroga mutuo con Inpdap 2014: come funziona? L’Inpdap concede annualmente ai suoi iscritti mutui ipotecari per l’acquisto di prime case site sul territorio nazionale o per la surroga di mutui ipotecari già contratti con istituti di credito. Come de...
Migliori prestiti personali 2016 Confronta i migliori prestiti personali I prestiti personali sono una tipologia di prestito non finalizzato ovvero non è necessario che il richiedente specifichi in che modo saranno investite le somme erogate, cifre che potranno essere spese senza a...
Surrogazione mutuo: cos’è e come richiederla Surrogazione mutuo: a chi si rivolge La surrogazione mutuo, detta anche più semplicemente surroga, definisce un intervento semplificato che consente al mutuatario di trasferire il proprio finanziamento presso un nuovo istituto di credito godendo cos...

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *