Surroga sostituzione rinegoziazione: cosa prevede ciascuna opzione

Hai mai sentito parlare di surroga sostituzione rinegoziazione? Senza dubbio sì. Ciascuna di queste opzioni consente di risparmiare sul piano di ammortamento in caso di titolarità di un contratto di mutuo. Vediamo quali sono le principali differenze.

Surroga: che cosa prevede?

Nel novero dell’elenco surroga sostituzione rinegoziazione il contratto di surroga è senza dubbio la formula più conosciuta tra chi punta a risparmiare rendendo il piano di rimborso più sostenibile.

Introdotta dal Decreto Bersani 2007, la surroga consente di trasferire il proprio mutuo da un istituto di credito all’altro, questo senza dover versare spese d’istruttoria o di perizia tecnica.

Con la surroga non viene estinto il debito, ma cambia solo l’istituto di credito di riferimento, consentendo al cliente di trasferire il finanziamento presso una realtà più vantaggiosa dal punto di vista delle condizioni (tasso, durata del piano di ammortamento, spread).

Sostituzione: tutte le caratteristiche

Parlare di surroga sostituzione rinegoziazione significa ovviamente chiarire le idee sulla seconda opzione.

La sostituzione si differenzia dalla surroga perché prevede la stipula di un contratto di mutuo ex novo, con tutti gli oneri economici che la cosa comporta. La sostituzione del mutuo implica la cancellazione dell’ipoteca originaria e il necessario versamento degli oneri notarili.

Rinegoziazione: di cosa si tratta?

Completiamo l’analisi di surroga sostituzione rinegoziazione parlando dell’ultima opzione. La rinegoziazione è un’operazione che prevede un confronto tra banca e mutuatario, con l’obiettivo di discutere l’applicazione di condizioni più vantaggiose da diversi punti di vista.

La rinegoziazione è un processo che deve avere vantaggi sia per il mutuatario sia per l’istituto di credito e per questo si configura in maniera differente a seconda del grado di affidabilità del primo.

Rinegoziazione del mutuo: le diverse tipologie

Concludiamo questa breve rassegna dedicata a surroga, sostituzione, rinegoziazione inquadrando appunto le diverse tipologie di rinegoziazione. La rinegoziazione del contratto di mutuo può riguardare mutuatari finanziariamente affidabili e solventi e mutuatari in difficoltà economica.

Quali sono le differenze? Nel primo caso è interesse della banca non perdere un cliente di qualità, che può eventualmente optare per la surroga e per il conseguente trasferimento del mutuo presso un alto istituto di credito.

In questo caso la banca procede alla rinegoziazione e all’eventuale diminuzione di valori come il tasso e lo spread, venendo incontro alle esigenze del mutuatario alla ricerca di un piano più vantaggioso.

Il secondo caso, come già ricordato, è quello del mutuatario con problemi economici, che ha saltato il pagamento di 1/2 rate. Cosa succede in questi casi? Che si accetta la rinegoziazione per evitare l’avvio delle procedure di esecuzione dell’ipoteca, che possono protrarsi per diversi mesi prima dell’effettiva concretizzazione.

In casi come questi si procede all’aumento della durata del piano – il che implica il pagamento di rate meno onerose – o al congelamento dei pagamenti per un determinato numero di mesi.

Altri articoli sulla surroga del mutuo

Miglior mutuo: guida alle surroghe più convenienti Miglior mutuo 2015: l’istituto della surroga L’istituto della surroga è il principale responsabile della ripresa del mercato creditizio. Se l’accensione dei mutui fa segnare percentuali di crescita confortanti, è merito di questo particolare tipo di...
Preventivo Surroga Mutuo: fai la scelta giusta per risparmiare sul mutuo Se si sta pagando un mutuo con rate piuttosto onerose e interessi poco vantaggiosi, la soluzione ideale sarebbe optare per la surroga mutuo (o portabilità). L’offerta di prodotti finanziari proposta dalle banche è piuttosto varia, in continuo aggiorn...
Mutuo surroga migliore: le proposte più convenienti 2015 Mutuo surroga migliore: la portabilità rappresenta il 27% dei mutui I mutui crescono di oltre l’80%. È questo quanto emerge dalle recenti stime fornite dall’ABI. L’associazione bancaria ha messo a confronto i mutui acquisto erogati in Italia da genn...
Cassa di risparmio di Venezia: mutui surroga fino a 300mila euro Cassa di Risparmio Venezia: i mutui Cassa di Risparmio di Venezia è una banca aderente al Gruppo Intesa Sanpaolo. L’offerta mutui è articolata ed in grado di rispondere alle esigenza di una platea eterogenea, sia nei requisiti che nelle esigenze. Un...
Surroga mutuo tasso fisso 2018 La surroga del mutuo o portabilità viene effettuata da un mutuatario stipulando un nuovo contratto con una nuova banca per avere un risparmio sui tassi di interesse e condizioni più vantaggiose. E' stata introdotta nel 2007 dalla legge Bersani e cons...
Mutuo Arancio Surroga Tasso Fisso Surroga mutuo arancio: l’importo finanziabile e i costi ING Direct con il suo Mutuo Arancio offre ottime opportunità di surroga, soprattutto a tasso fisso. Il prodotto Mutuo Arancio Surroga Tasso Fisso è destinato ai privati che siano residenti in I...

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *